Archivi tag: salone del gusto 2014 alta irpinia

Slow Food Alta Irpinia al Salone del Gusto

campania-sdg

Domenica 26 ottobre 2014, ore 20– Slow Food Alta Irpinia.

Birra artigianale e pecorino d’Irpinia, Laboratorio del Gusto.

Il Laboratorio del gusto che veniamo a proporre è a base del Primo Sale del“Caseificio aziendale Protano”,Lacedonia (AV)

Prodotto dal caseificio aziendale di Pietro Protano, a conduzione familiare che, da oltre un decennio, si occupa di tutto ciò che riguarda il comparto ovini, dal latte alla trasformazione in ricotta, formaggio e stagionati. La qualità e la genuinità di ogni prodotto è garantito dagli allevamenti al pascolo nei vasti appezzamenti della verde Irpinia. L’azienda è situata in C.da San Mauro ai piedi della cittadina di Lacedonia (AV), presso il fiume Carapelle, godendone tutti i vantaggi, sia in fatto di clima che di fertilità del suolo.

E della Birra Artigianale “Serro Croce” di Vito Pagnotta, Monteverde (AV)

Un’azienda che continua la tradizione dei suoi padri nel coltivare con amore e rispetto la propria terra, con l’obiettivo di portare in tavola una birra artigianale da filiera agricola corta. L’azienda ha diversi appezzamenti situati sul territorio di Monteverde, ognuno con peculiarità diverse. Infatti, l’altitudine, l’esposizione, il tipo di suolo ed il microclima sono gli elementi che caratterizzano i campi e quindi i raccolti di ogni annata. Ogni campo è coltivato con una tecnica appropriata e la coltura è gestita con programmi specifici. Ogni annata è una storia a sé perché i fattori climatici non sono mai uguali ed influiscono in modo decisivo sul ciclo di vita delle piante. La terra di questi campi racchiude la storia degli antenati che la coltivavano con amore e passione. Dopo la semina aspettavano con pazienza che le spighe mosse dal vento e asciugate dal sole fossero pronte per il tempo del raccolto.

Alla fine del Laboratorio vorremmo dedicare una riflessione ad un “nuovo” fenomeno che si sta verificando nel nostro territorio: l’emigrazione con la presentazione di un paniere di prodotti da salvare nell’Arca del Gusto. Abbiamo usato appositamente il termine “nuovo” perché questo fenomeno che attanagliava il Sud fino agli anni settanta del secolo scorso, si sta riproponendo con nuove modalità: i nostri produttori e piccoli artigiani, soprattutto giovani,  non riuscendo più a far fronte alla burocrazia e alla tassazione esagerata decidono di lasciare l’Italia per Paesi dove l’imprenditoria giovanile e l’agricoltura familiare è tutelata per legge, dove viene riconosciuto il giusto merito al lavoro degli artigiani del gusto! Attraverso il cibo, buono pulito e giusto, dei nostri produttori, vogliamo mettere in luce le problematiche sociali legate a questa fuga di maestranze, senza le quali la qualità dei nostri prodotti non può essere garantita… Giovani di talento, che hanno impegnato la propria cultura e la propria esperienza nella ricerca di prodotti a filiera corta, ricchi di qualità, valorizzando così i prodotti locali e producendo eccellenze enogastronomiche, in fuga! In un Paese che fa dell’artigianato, dell’arte e del paesaggio, il proprio fiore all’occhiello, il verificarsi di questa nuova ondata migratoria deve farci riflettere.

 Il nostro paniere, di prodotti da salvare nell’Arca del Gusto,  contiene:

I Dolci di Enzo Restaino, pasticcere dello “Sweet Art Cafè” di Lioni (AV)

Cantuccio Irpino (farina bio,farina di farro, fichi secchi della Valle del Sele, mandorle selezionate Bari,gocce di cioccolato fondente, zucchero di canna grezzo,uova, burro irpino, miele irpino, aromi naturali, spezie, sale, lievito) Amaretto Irpino (nocciole di Giffoni igp, zucchero di canna grezzo, uova, miele irpino, fichi della Valle del Sele) Frolla alla castagna (per la frolla: farina di castagne, farina bio, burro irpino, zucchero di canna grezzo, lievito e aromi naturali, per il ripieno: ricotta irpina, zucchero di canna grezzo, miele irpino, castagne caramellate, gocce di cioccolato, uova, cannella)

Il Miele di Gerardo de Cillis, apicoltore di Santomenna (SA), paesino ai confini con l’Irpinia

La Pasta prodotta con il grano duro “Senatore Cappelli”, dal Consorzio FAI (Formicoso Alta Irpinia) di produttori irpini, determinati a garantire la qualità, anche con una bassa resa, di un grano duro che ben si è adattato alle nostre altitudini

Il Pasticcetto, Amaretto di Caposele della pasticceria “Biscotti di San Gerardo” di Caposele (AV) di Massimo Chiaravallo

Biscotto artigianale alla nocciola con zucchero e uova, certificato senza glutine.

Galleria

Tutte le foto del Salone del Gusto

Questa galleria contiene 43 immagini.